Le 3 migliori piastre elettrice preseti in commercio per le diverse esigenze


Sinotech GD037

Questa piastra elettrica di Sinotech ha un piano di cottura in ghisa con un diametro di 18,5 cm. Non appena la piastra è pronta, la spai luminosa lo indica così si può capre quando è possibile iniziare a cucinare. La temperatura è controllabile grazie a 5 posizioni della manopola. La potenza di questo singolo fornello è nella media, cioè di 1500 Watt per un consumo elettrico ottimale, non troppo alto. Ha dimensioni ridotte e un peso di appena 2 chili così da essere trasportata in maniera pratica anche in campeggio, per esempio. Il prezzo è molto accessibile così da avere un buon prodotto senza spendere troppo.

Severin DK 1014

Questa piastra è realizzata in acciaio satinato che è molto bello da vedere, oltre che piuttosto facile da pulire (è sufficiente uno sgrassatore universale). Il vantaggio di questo modello è che vi sono ben due fuochi così è possibile prossimarne due padelle / pentole per chi ha esigenze un po’ superiori alla media. Il primo fuoco è da 15 cm mentre il secondo da 18, per una potenza combinata di 2500 Watt. Controllare la temperatura è facile grazie a ben 4 posizioni del termostato così da cucinare come si preferisce. Si tratta di un modello che ha ottime prestazioni, nonostante consumi un po’ molto. Il prezzo della piastra di Severin è un po’ più alto rispetto ai precedenti modelli per via del doppio fuoco.

Bestron AHP112

La piastra elettrica di Bestron presenta un grande piano di cottura che ha una potenza di 1500 Watt. Il diametro della piastra è pari a 16,5 cm cioè più che sufficiente per cucinare per 2 /3 persone. Il materiale usto è la ghisa, la quale ha un’ottima resa. La temperatura della piastra è impostabile grazie alle diverse posizioni che può assumere la manopola al fine di controllare la cottura. Le sue dimensioni sono piuttosto ridotte così da poter occupare il minimo spazio. Il prezzo è del tutto accessibile, in media con gli altri modelli di questa gamma.